Lingua
Carrello

VLX4P DN25 Qmax=2000l/h

Valvola di regolazione e bilanciamento dinamico PN16
DN25, attacchi filettati esterni e corsa 4 mm
Corpo in ottone e otturatore in acciaio inox
Dotata di prese di pressione
Portata max 1000 l/h

Motorizzabile con servocomandi MCA24L, MCA230L, MVR24, MVR230, MVX52B, MVT203S, MVT403S e MVT503S.
Caratteristiche tecniche
Corpo valvola Ottone
Otturatore Acciaio inox
PN 16
T min [°C] -10
T max [°C] 120
Trafilamento [% Kvs] 0
Corsa [mm] 4
Tipologia Valvola 2 vie PICV
DN [mm] 25,00
Connessione Filettata esterna
Fluido Acqua
Portata max [l/h] 2.000,00
Portata min [l/h] 400,00
Delta Pmax [kPa] 600
Attacchi 1 1/4" M (GAS UNI-ISO 228)
Prese di pressione Si
Le valvole di regolazione e bilanciamento dinamico LIBRA sono adatte ad una vasta gamma di applicazioni idroniche nel settore del riscaldamento e condizionamento ambientale degli edifici.
Le unità fan-coil e le travi fredde sono probabilmente le applicazioni più comuni delle valvole di regolazione e bilanciamento dinamico con il passaggio all'utilizzo dalle valvole 4 vie (o 3 vie) a 2 vie, per soddisfare le esigenze di riduzione di consumo di energia sia elettrica per le pompe di circolazione sia termica per le dispersioni tramite le tubazioni.
Nella scelta delle valvole a 2 vie da utilizzare nei sistemi a portata variabile, viene prestata particolare attenzione ad alcuni dei problemi che possono sorgere in sistemi in cui la velocità della pompa è progettata per cambiare in risposta alla domanda termica.
Le fluttuazioni di flusso avviate dal posizionamento delle valvole a 2 vie in risposta a diversi livelli di occupazione e perdite di calore provocano cambiamenti di pressione nel sistema, con conseguente instabilità del flusso attraverso tutte le valvole.
Il sistema è effettivamente sbilanciato, con conseguente ricerca costante delle valvole di mantenere la regolazione.
Un sistema instabile ha un impatto diretto sul consumo di energia, sul comfort abitativo, sul rumore e sui costi di manutenzione.
Per garantire un controllo accurato della temperatura negli spazi degli edifici in cui la pressione del sistema viene mantenuta mediante una pompa a velocità variabile o costante, è fondamentale che le variazioni di pressione non influenzino il flusso attraverso le unità terminali.
La soluzione consiste nell'installare valvole di regolazione a 2 vie in grado di mantenere un efficace controllo del flusso indipendentemente dalla variazione della pressione del sistema causata da variazioni della velocità della pompa o dal funzionamento di altre valvole.
Le valvole di regolazione indipendenti dalla pressione, spesso identificate con l'acronimo PICV dall'inglese Pressure Independent Control Valve, sono esattamente ciò che suggerisce il nome. Mantengono una pressione differenziale prestabilita costante attraverso una valvola di regolazione in modo tale che l'azione della valvola non sia influenzata dall'instabilità della pressione di ingresso.